Chiamaci su WA 00261348970007

Agenzia Locale

VAI SU

Grand Tour del Madagascar

separator
Price €1600 23 Giorni
Scorri in basso

Grand Tour del Madagascar

€1600 per person

Un super tour dalla capitale a Toliara, lungo il selvaggio fiume Tsiribihina per raggiungere le iconiche meraviglie del Madagascar, gli Tsingy de Bemaraha ed il famoso Viale dei Baobab. In fuoristrada percorriamo le spettacolari piste sabbiose della costa occidentale attraversando paesaggi incredibili come le saline di Belo sur Mer, la interminabili mangrovie vicino Andavadoaka, le savane di baobab vicino a Manja e la paradisiaca spiaggia di Ambatomilo. Da Toliara percorriamo Strada Nazionale 7 fino ad Antananarivo, visitando i Parchi Nazionali di Isalo e Ranomafana.

Il Clou del Viaggio
Antsirabe, il Fiume Tsiribihina, gli Tsingy di Bemaraha, il Viale dei Baobabs, Belo sur Mer, Nosy Andrahovo, Andavadoaka, Ambatomilo, il Parco Nazionale di Isalo, la Riserva di Anja, il Parco Nazionale di Ranomafana
Arrivo / Partenza
Antananarivo
Migliore stagione
Giugno - Ottobre
Incluso
Vettura privata con driver anglofono/francofono | Chaland privato per la discesa del Fiume Tsiribihina in pensione completa | Le entrate e le guide locali dei parchi/riserve/villaggi | Hotels in mezza pensione | 2 notti in tenda durante la discesa del fiume Tsiribihina
Non incluso
Voli internazionali | Visto di entrata in Madagascar (€35 pp) | Pranzi non menzionati | Bevande | Spese personali | Tutto ciò non menzionato in incluso
Cosa portare
bbigliamento sportivo e comodo, scarpe da trekking, sacco a pelo, cappello per il sole, giacca a vento e impermeabile leggero.
Opzioni
Aggiungi un accompagnatore di lingua italiana da €600 (fino a 4 pax)

Prezzo per persona

  • 1 pax, €3000, 1 doppia (DUS) 
  • 2 pax €2300, 1 doppia  
  • 3 pax €2050, 1 tripla 
  • 4 pax €1900, 2 doppie
  • 5 pax €1740, 1 doppia + 1 tripla
  • 6 pax €1600, 3 doppie

Per altre tipologie camere e riduzioni bambini contattateci.

Il tour è una proposta pertanto modificabile totalmente (alberghi, itinerario o regime).I prezzi possono variare cambiando di alberghi, per scelta o disponibilità. Si potrebbero proporre alberghi più semplici per scendere di prezzo o alberghi superiori aumentando il costo. Contattateci per il altri preventivi

* I nostri SUV hanno 6 posti, i 2 posti posteriori (1 davanti, 3 al centro e 2 dietro) sono molto stretti, ok per persone con meno di 160 cm e corporatura snella.

1
Giorno 1 Antananarivo
Accoglienza all'aeroporto internazionale di Ivato di  Antananarivo e transfert in pieno centro. Hotel Sakamanga.
2
Giorno 2 Antananarivo - Antsirabe 180 km, 4 ore
Inizia il tour direzione sud verso Antsirabe dove si prevede l’arrivo dopo ca. 4 ore. Lungo la strada, ci fermeremo ad Ambatolampy per visitare una delle fonderie di alluminio che producono maggiormente utensili da cucina. La strada nazionale 7 è la principale arteria del paese, i paesaggi sono autentici di piccoli borghi di case in mattoni rossi lungo la strada e risaie a perdita d'occhio.  Ad Antsirabe, magari dopo una pausa per il pranzo, visiteremo Antsirabe su un risciò, per scoprire delle tradizioni locali quali la lavorazione della seta, gli artigiani delle pietre preziose e delle corna di zebù. Hotel previsto H1.
3
Giorno 3 Antsirabe - Miandrivazo - Masiakampy 280 km, 6 ore
Dopo colazione, iniziamo il viaggio verso l’ovest selvaggio del Madagascar. Ad una 10ina di km da Antsirabe, prenderemo una pista secondaria per visitare i stupendi laghi vulcanici della zona: il sacro Lago Titriva ed il lago di Andraikiba. Si trattano di due bellissimi laghi di origine vulcanica immersi nella più bella campagna del Madagascar. La visita durerà circa 2 ore. Dopo la visita riprendiamo il viaggio verso ovest, alla volta di Miandrivazo, a ca. 200 km. Passato qualche km da Antsirabe, noterete il paesaggio sempre più brullo, campi sconfinati di sterpaglia senza vedere la minima ombra di un albero. Prevediamo di arrivare in albergo per le 15. Il resto della giornata è libera per rilassarvi in piscina o, fare una passeggiata nel villaggio di Masiakampy. Tenete presente che da queste parti fa molto caldo! Hotel previsto Eden Tsiribihina.
4
Giorno 4/5 Masiakampy - Discesa Tsiribihina
Sveglia al mattino presto, per le 9 ci imbarchiamo sul nostro chaland per iniziare la discesa del fiume Tsiribihina accompagnati da una guida locale. Ci aspettano 150 km di relax. Il paesaggio è un susseguirsi di piante tropicali, piantagioni di tabacco, risaie e di volatili acquatici come le anatre selvatiche, gli aironi dalla testa nera, le garzette e gli ibis per menzionarne alcuni. Campeggio in pensione completa per le prossime 2 notti. Il primo giorno di discesa, visiteremo una piccola piscina naturale vicino alla riva del fiume Tsiribihina.
5
Giorno 6 Fiume Tsiribihina - Belo sur Tsiribihina - Bekopaka 120 km, 4 ore di fuoristrada
Ultima parte della traversata del fiume Tsiribihina. Entrati nella pianura della regione del Menabe cominceremo ad incontrare dei piccoli villaggi con molti dei loro bimbi sulla riva del fiume a giocare in acqua e salutare tutti i passanti. A Belo sur Tsiribihina terminerà la traversata e in fuoristrada, raggiungiamo Bekopaka, la nostra prossima fermata. La strada è tortuosa, passeremo pianure aride e paludose, campi bruciati, miriadi di baobabs e attraverseremo dei villaggi quasi allo stato primitivo. Raggiunto il fiume Manambolo, piccola traversata su chiatta chiatta per raggiungere Bekopaka. Hotel Previsto Olympe de Bemaraha.
6
Giorno 7 Bekopaka, 40 km 4 ore
Oggi visitiamo l'iconico Parco Nazionale degli Tsingy de Bemaraha, classificato come Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Gli Tsingy sono formazioni carsiche appuntite che si trovano solo in Madagascar e sono il risultato della sedimentazione di coralli e conchiglie scolpiti dagli effetti combinati dell'erosione e dell'acidità delle piogge durante milioni di anni. Al riparo da queste grandi vette rocciose, che possono raggiungere anche i 50 m di altezza, si è adattata una flora specifica e insolita che affascina i botanici di tutto il mondo. Ci sono anche circa 90 specie di uccelli, 8 specie di rettili e una dozzina di lemuri diversi, tra cui una specie molto rara. In questa vera foresta rocciosa, unica al mondo, camminiamo per circa 5 ore alla scoperta della parte del Grande Tsingy. L'ingresso dei Grandi Tsingy, si trova a quasi due ore di pista da Bekopaka in piena savana. Il tour a piedi inizia nel cuore di un vero labirinto calcareo (attrezzato in alcuni punti con scale e corrimano in metallo). Continuiamo attraverso una rete di piccole grotte che richiedono una discreta forma fisica. Nel primo pomeriggio torniamo a Bekopaka. Hotel previsto Olympe du Bemaraha.
7
Giorno 8 Bekopaka - Morondava 220 km, 8 ore
Si parte da Bekopaka per le 8 del mattino attraversando il fiume Manambolo. Passeremo per Belo sur Tsiribihina, dove ci fermeremo per il pranzo (non incluso). La pista è brutta ma i paesaggi che attraversiamo meritano un po' di disagio. Da BST ci imbarchiamo su un'altra chiatta per attraversare il fiume Tsiribihina, una tratta di circa 45 minuti per raggiungere la riva sud dove inizia la pista della strada nazionale 8. Dopo l'attraversamento, guidiamo attraverso un paesaggio di baobab sacri e foreste secche. Nel primo pomeriggio arriviamo all'emblematico Viale dei Baobab che ammireremo durante il tramonto. Morondava è a circa 30 minuti di distanza. Hotel previsto Laguna Blu.
8
Giorno 9 Morondava - Belo sur Mer 90 km, 4 ore
Da Morondava proseguiamo verso sud lungo la costa Ovest. La nostra prossima tappa è Belo sur Mer. Sarà un viaggio di 4 ore attraverso foreste spinose, baobab, risaie e piccoli villaggi (e pedaggi fuori legge). Prima di raggiungere Belo sur Mer, abbiamo attraversiamo le più grandi  saline del Madagascar. Il villaggio di pescatori di Belo sur Mer, è conosciuto per essere il centro di costruzione di sambuchi. A Belo sur Mer i sambuchi vengono ancora costruiti come gli antenati (bretoni) facevano duecento anni fa. Pomeriggio libero in spiaggia. Hotel previsto Ecolodge du Menabe.
9
Giorno 10 Belo sur Mer
Giornata dedicata a visitare la riserva marina di Nosy Andrahovo, parte del Parco Nazionale di Kirindy Mitea. Qui potremo passare delle ore tra spiagge paradisiache e acque turchesi praticando snorkelling alla scoperta delle barriere coralline locali. Hotel previsto Ecolodge du Menabe.
10
Giorno 11 Belo sur Mer - Morombe 270 km, 12 ore
Oggi sarà una giornata dura, trascorreremo oltre 10 ore in macchina! Partiremo direzione sud-est verso Manja dove ci fermeremo per una piccola pausa. Manja, era la capitale dell’ antico regno Sakalava ma oggi è solo una tappa per i viaggiatori da Morondava a Tuléar o vice versa. Dopo Manja vedremo solo pochi villaggi, e la strada si fa più dura rispetto ai giorni precedenti. Passeremo le tombe tradizionali dei Sakalava decorate con il famoso “aloalo”, una rappresentazione grafica della vita della persona deceduta. Con una chiatta, tirata a mano, attraverseremo il fiume più lungo del Madagascar, il Mangoky. Arriviamo a Morombe ca. 2 ore dopo il fiume, per le prime ore della sera/tardo pomeriggio. Hotel previsto Chez Katia.
11
Giorno 12/13 Morombe - Andavadoaka 45 km, 2 ore
Dopo una piccola visita a Morombe, Al mattino continuiamo a viaggiare verso sud, il borgo peschiero di Andavadoaka è la nostra prossima tappa. Prima di arrivare ad Andavadoaka potremo ammirare la "Foresta Incantata dei Baobab". Andavadoaka è tra i più autentici villaggi di tutto il Madagascar. L'area marina è anche considerata tra le più ricche di tutto il Madagascar: durante le immersioni si vedono solitamente squali, mante, balene e centinaia di piccoli pesci colorati (scuba da prenotare in anticipo e non incluso nel prezzo). La spiaggia è fantastica anche per gli appassionati di escursionismo, con le sue numerose calette e la sabbia finissima. Andavadoaka è davvero un luogo magico dove passeremo le prossime 2 notti. Hotel previsto Laguna Blu or similar.
12
Giorno 14/15 Andavadoaka - Ambatomilo 50 km, 5 ore
Prossima tappa Ambatomilo, un villaggio di pescatori con una spiaggia deserta di diversi km di sabbia bianca e fine bagnata da un'incredibile mare turchese. Possibilità di visitare il vicino villaggio Mikea, gli abitanti della più grande e inospitale foresta spinosa del mondo. Giornate libere ad Ambatomilo. Hotel previsto Shangri La Lodge.
13
Giorno 16 Ambatomilo - Toliara - Ranohira 340 km, 10 ore
Dedichiamo la giornata al raggiungimento dell'altopiano di Ihorombe presso il Parco Nazionale dell'Isalo. Sarà un lungo viaggio di circa 10 ore, 6 ore fino a Toliara, dalla spinosa foresta Mikea e le dune bianche della costa occidentale al paesaggio desertico dell'altopiano meridionale. Hotel previsto Isalo Ranch.
14
Giorno 17 Ranohira
Il Parco dell'Isalo è come un museo dedicato all'arte dei canyons. Le gole sono fiancheggiate dall'erba gialla della savana, colline scolpite dal vento, pareti rocciose e non potevano mancare i profondi canyon scavati da piccoli torrenti, che danno vita a vegetazione lussureggiante e piscine naturali. Con la guida locale possiamo scegliere diversi percorsi in base al livello di energia della giornata. Per il tramonto visiteremo la "finestra" di Isalo. Hotel previsto Isalo Ranch.
15
Giorno 18 Ranohira - Ranomafana 340 km, 8 ore
La prima tappa della giornata sarà la riserva della meravigliosa Comunità di Anja, a 3 ore da Ranohira. Il villaggio di Anja protegge, dal 1999, l'omonimo affascinante parco, che offre panorami impressionanti ed ospita una colonia molto numerosa di oltre 400 lemuri dalla coda ad anelli. Dopo la visita di Anja, ci fermiamo ad Ambalavao per visitare il centro di produzione di carta di Antaimoro e, avremo la possibilità di pranzare (non incluso nel prezzo). La carta Antaimoro, in stile papiro, è ricavata dalla corteccia di un albero chiamato AVOHA impregnata di fiori secchi e viene venduta in tutto il Madagascar come decorazioni murali e per l'uso nei paralumi. L'ultima sezione del nostro viaggio ci porta a Ranomafana dove noteremo un tipico paesaggio di alta montagna con piante tropicali. Hotel previsto Karibotel.
16
Giorno 19 Ranomafana - Ambositra 140 km, 4 ore
In mattinata visita al Parco Nazionale di Ranomafana, una foresta tropicale umida che copre un territorio di oltre 250 km². Il parco contiene dodici specie di lemuri, oltre al famoso lemure di bambù dorato endemico, i visitatori possono vedere il lemure lanoso orientale, il lemure dal ventre rosso, il lemure di bambù grigio orientale, il grande lemure di bambù, il lemure marrone rosso con la testa, il rumoroso varecia variegata ed il sifaka di Milne-Edward. La nostra passeggiata sarà di circa 3/4 ore tra parti di giungla primaria e secondaria seguendo i facili sentieri tra i sali e scendi del parco. Saremo in piena foresta, costantemente sotto il tetto dei giganti alberi, si consiglia vivamente di indossare pantaloni, magliette a maniche lunghe (per evitare le zanzara) e delle scarpe antiscivolo. Dopo la visita proseguiamo il viaggio diretti ad Ambositra. Hotel previsto Artisan.
17
Giorno 20 Ambositra - Andasibe 390 km, 10 ore
Lunga giornata dedicata allo spostamento. Ambositra è famosa per essere la capitale dell'artigianato del legno. Possiamo visitare degli atelier prima di iniziare il lungo viaggio per la capitale.  Arrivo previsto ad Andasibe per fine giornata. Hotel previsto Feony Ala.
18
Giorno 21 Andasibe
Oggi visitiamo la foresta primaria del Parco Nazionale Andasibe Mantadia, un luogo naturale intatto lontano dalla stragrande maggioranza di turisti che preferiscono visitare la riserva di Analamazaotra. Mantadia si trova a circa 20 km dal villaggio di Andasibe e ci vogliono fino a due ore per arrivarci a seconda delle condizioni della pista fangosa (a volte Mantadia non è raggiungibile. Mantadia è un luogo paradisiaco per la natura, con della fortuna possiamo incontrare fino a 7 specie di lemuri in un'ora. Da notare che ci sono stati giorni in cui abbiamo visto 1 solo un gruppo di lemuri in 6 ore di camminata. Andasibe ospita 11 specie di lemuri, tra cui il più grande, l'Indri, riconoscibile per le sue urla impressionanti. Menzioniamo anche il vari rosso, il varecia variegato bianco e nero ed il diadema Sifaka. Ci sono anche molte specie di uccelli, rettili, insetti e anfibi. Senza dimenticare le numerose specie vegetali endemiche. Dopo il tramonto visitiamo di notte la Riserva VOIMMA alla ricerca dei lemuri notturni. Hotel previsto Feony Ala.
19
Giorno 22 Andasibe - Antananarivo 140 km 5 ore
Ultima tappa del viaggio, 5 ore di macchina ci separano dalla capitale. Ad Antananarivo visitiamo la cittadella di Ambohimanga, sito UNESCO, luogo sacro per i Merina e vecchia residenza della famiglia reale del Madagascar del XIX secolo. Hotel Previsto Sakamanga.
20
Giorno 23 Antananarivo
Il nostro ultimo servizio è il transfert per l'aeroporto internazionale di Antananarivo.
Antsirabe
Antsirabe si trova a ca. 200 km a sud della capitale, ad un'altitudine di oltre 1.400 metri sul livello del mare. durante l'inverno australe (da giugno ad agosto) fa freddo per gli standard del Madagascar, nel pomeriggio la temperatura scende facilmente sotto i 10 gradi. Questa città termale ha mantenuto il suo pittoresco stile coloniale, Antsirabe è tranquilla, famosa per i suoi migliaia di risciò splendidamente decorati, perfetti per visitare i mercati e contribuire all'economia locale. Ideale per gli escursionisti, il Lago Tritriva e il Monte Ibity, non lontano da Antsirabe.
Masiakampy
Masiakampy è un tranquillo villaggio di pescatori sul fiume Tsiribihina di non più di 200 abitanti, ideale per godersi un tramonto, situato a 40 km a sud di Miandrivazo. Da qui partono le crociere sul fiume.
Bekopaka
Piccola cittadina del Madagascar occidentale, raggiungibile soltanto durante la stagione secca, indicativamente da maggio a novembre. I turisti si avventurano qui per visitare il Parco Nazionale Tsingy de Bemaraha. Gli hotel non si trovano nel centro della città, ma questo posto tranquillo merita una visita. Luogo vivace di notte da luglio a ottobre, animato dai turisti e dalle guide.
Parco Nazionale Tsingy de Bemaraha
Patrimonio dell'umanità dal 1990, gli Tsingy sono divisi in due aree distinte: i Piccoli Tsingy e i Grandi Tsingy. Situati nella città di Bekopaka, i Piccoli Tsingy sono considerati i preamboli dei Grandi Tsingy. Gli Tsingy sono veri e propri santuari naturali, che fungono da rifugio a 53 specie di uccelli e 6 specie di lemuri. Composti da speroni rocciosi e vette vertiginose, i Grandi Tsingy sono costituiti da una gigantesca "cattedrale" sotterranea di minerali carsici. Secondo le leggende, le grotte sotterranee servivano da rifugio per i Vazimba, i primi abitanti del Madagascar. C'è una grande diversità di ecosistemi che vanno da habitat umidi a molto secchi.
Morondava
Capoluogo della regione del Menabe, Morondava si trova nel delta dell'omonimo fiume. Morondava dista meno di 19 km dalla spettacolare Baobab Avenue ed è un luogo perfetto per trascorrere qualche giorno in spiaggia.
Belo sur Mer
Posto incantevole situato a circa 80 km a sud di Morondava, sulla costa occidentale. Considerato il centro della costruzione dei sambuchi (dhow) del Madagascar, Belo sur Mer è il luogo perfetto per trascorrere qualche giorno sulla spiaggia in un luogo autentico che offre diverse attività come le visite al Parco Nazionale Kidindy Mitea e al Parco Marino di Nosy Androhovo.
Morombe
Il più grande villaggio Vezo, Morombe fu senza dubbio il principale centro commerciale della zona durante la colonizzazione dei francesi. Oggi rimangono solo vecchi magazzini e lunghe strade completamente distrutte a causa del totale abbandono degli ultimi 70 anni. Ultimamente il governo malgascio ha rinnovato la Strada Nazionale 9 che va da Tulear a Morombe. Ci vogliono solo 9 ore per il tratto stradale.
Andavadoaka
Villaggio di pescatori a sud di Morombe, Andavadoaka è il posto dove fare immersioni. Spiagge di sabbia bianca, acque turchesi e giungla di baobab sono i sinonimi di Andavadoaka.
Ambatomilo
Secondo noi, la migliore spiaggia del Madagascar, Ambatomilo è un luogo magico perfetto dove riposarsi per qualche giorno. Chilometri di spiaggia senza tracce di turisti, un luogo perfetto per fare il bagno durante tutta la giornata. Noleggia una canoa per visitare la vicina barriera corallina e vedere le balene megattere o, visita la foresta spinosa Mikea con la sua vegetazione unica, la più grande al mondo nel suo genere.
Parco Nazionale dell'Isalo
Il massiccio dell'Isalo è una miscela di colori e rilievi meravigliosamente scolpiti dall'erosione del vento e della pioggia. L'alternanza di pianure erbacee ornate di pietre grigio metallizzato con rosso ocra forma un'immagine impressionante degna dei paesaggi "western". La sua altitudine varia tra i 515 m. e 1.268 mt. Gli scienziati lo soprannominano "massiccio ruiniforme" perché scolpito dall'erosione che gli ha conferito vette dalle forme insolite. Il massiccio è rifugio di oltre 77 specie di uccelli, di cui il 70% endemiche, come il pettirosso di Benson, ed è anche dimora di alcune specie di lemuri come il lemure dalla coda ad anelli, il sifaca di Verraux sifaca e il lemure bruno. Ci sono anche 15 specie di piccoli mammiferi e anfibi, oltre a 33 specie di rettili. Tra la flora, l'euforbia, i Pachypodiums, le aloe e le kalanchoe aloe sono disseminate ovunque. Il fondo dei canyon favorisce lo sviluppo di palme, felci e pandanus. Grandi fiumi scorrono sul fondo dei canyon che alimentano i fiumi Onilahy e Mangoky.
Ambalavao
Ambalavao è cittadina pittoresca con diversi edifici tipici in stile Betsileo. È il centro del commercio degli zebù nella regione. I bovini che ogni giorno transitano per la città creano una piacevole animazione. La regione di Ambalavao è nota per la sua terra di vino, seta selvatica e tabacco da masticare. Da qui possiamo visitare il Parco Nazionale di Andringitra.
Ranomafana
Il Parco Nazionale di Ranomafana contiene una biodiversità unica con specie di flora e fauna rare ed endemiche. Ricoperto da un fitto bosco umido di bassa e media altezza, la sua vegetazione è molto ricca e abbondante. Ci sono Orchidee, Apocynaceae, Rubiaceae, Euphorbiaceae, Epifite, Piante carnivore, Palme, Legni pregiati e Felci arboree. Questa abbondanza è dovuta anche al clima umido e alla profusione di affluenti del fiume Namorona. Per quanto riguarda la fauna, 12 specie di lemuri hanno trovato rifugio in questa esuberante vegetazione, tra queste l'Apalemure Grigio, specie molto rara, endemica del parco, così come l'apalemure dorato, ed il vari bianconero. Inoltre, ci sono state 74 specie di insetti endemici, 90 specie di farfalle, 350 specie di ragni, 58 specie di rettili, 98 specie di anfibi. Da notare che il Parco è uno dei migliori siti per il birdwatching, sono state catalogate 115 specie di uccelli, di cui quasi trenta endemiche.
Ambositra
A 90 km da Antsirabe e a 1.350 metri sul livello del mare si trova Ambositra, una graziosa cittadina tra le montagne degli altipiani centrali. Le montagne circostanti e la visita di borghi artigiani possono essere l'occasione per piacevoli passeggiate. Ambositra è la casa di Travelers of Madagascar.
Parco Nazionale di Andasibe
Istituito nel 1989, il Parco Nazionale Andasibe Mantadia copre 15.480 ettari, la maggior parte dei quali sono coperti da una fitta foresta umida sempreverde. È famoso per ospitare un'ampia varietà di specie di lemuri (14 specie diurne e notturne), tra cui il leggendario Indri Indri, il misterioso Aye-Aye, il famoso vari bianconero. Oltre ai lemuri ci sono 51 specie di rettili, 84 specie di anfibi e 72 specie di mammiferi. Sono state registrate 117 specie di uccelli, oltre a innumerevoli pipistrelli insettivori. Dotata di una vegetazione rigogliosa e verdeggiante, quest'area protetta contiene una collezione completa di vegetazione perenne (sempreverde): piante epifite (piante che vivono su altre piante), muschi, felci, bambù, palme, latifoglie e legni pregiati, pandano e liane. Questo parco è famoso anche per le sue orchidee con 120 specie inventariate con un tasso di endemicità del 100%. Le orchidee fioriscono tra settembre e gennaio.
Ambohimanga
La collina sacra di Ambohimanga fu il punto di partenza delle conquiste di Andrianampoinimerina (padre del primo re del Madagascar Radama I). Oggi è inserito nell'elenco dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO e custodisce il patrimonio più prezioso del popolo Imerina. Questo recinto fortificato ha un muro tradizionale e ospita la capanna di una stanza di Andrianampoinimerina, oltre a due padiglioni di legno a un piano. La casetta del grande re è ancora attrezzata con i suoi vecchi utensili (letti, lancia, mestoli, ecc.), mentre i padiglioni sono stati arredati. Attraverso una visita potrete scoprire come vivevano e celebravano re, regine e dignitari. Il luogo si trova a 13 km a nord di Antananarivo.