Chiamaci su WA 00261348970007

Agenzia Locale

VAI SU

Estremo Sud del Madagascar

separator
Price €2100 22 Giorni
Scorri in basso

Estremo Sud del Madagascar

€2100 per person

Un viaggio privato da Fort Dauphin per visitare l’Estremo Sud del Madagascar, i parchi Andohahela e Tsimanampetsotsa, le spiagge paradisiache di Itampolo, Anakao e Ambatomilo, le isole di Nosy Andrahovo a Belo sur Mer e Morondava con il Viale dei Baobabs. Per finire con lo spettacolare ed unico Parco Nazionale degli Tsingy de Bemaraha.

Il Clou del Viaggio
La Riserva di Nahampoana, la Baia di Lokaro, il Parco Nazionale di Andohahela, Parco Nazionale di Cap Saint Marie, la Riserva di Berenty, Itampolo, il Parco Nazionale di Tsimanampetsotsa, Anakao, Ambatomilo, Belo Sur Mer, Nosy Andranoro, il Viale dei Baobabs, il Parco Nazionale degli Tsingy de Bemaraha, Antsirabe
Arrivo / Partenza
Antananarivo
Migliore stagione
Maggio - Novembre
Incluso
Transfer aeroporto - hotel - aeroporto | Volo interno Antananarivo - Fort Dauphin | Vettura privata con driver anglofono/francofono | Le entrate e le guide locali dei parchi/riserve/villaggi | Hotels in mezza pensione | Scafo Anakao - Toliara
Non Incluso
Voli internazionali | Visto di entrata in Madagascar (€35 pp) | Pranzi | Bevande | Spese personali | Tutto ciò non menzionato in incluso
Cosa portare
Abbigliamento sportivo e comodo, scarpe da trekking, sacco a pelo, cappello per il sole, giacca a vento e impermeabile leggero.
Opzioni
Aggiungi una guida di lingua italiano con un supplemento di € 800 dal giorno 2 (da Fort Dauphin) al giorno 21

Prezzo per persona

  • 1 pax, €4450 1 doppia (DUS) 
  • 2 pax €2500, 1 doppia  
  • 3 pax €2300, 1 tripla 
  • 4 pax €2100, 2 doppie

Per altre tipologie camere e riduzioni bambini contattateci.

Il tour è una proposta pertanto modificabile totalmente (alberghi, itinerario o regime).I prezzi possono variare cambiando di alberghi, per scelta o disponibilità. Si potrebbero proporre alberghi più semplici per scendere di prezzo o alberghi superiori aumentando il costo. Contattateci per il altri preventivi

1
Giorno 1 Antananarivo
All'arrivo ad Antananarivo, accoglienza di un nostro rappresentante e transfert nell'albergo prescelto. Hotel Previsto Gassy Country House.
2
Giorno 2 Antananarivo - Fort Dauphin (Taolagnaro)
In mattinata volo interno diretto a Fort Dauphin con arrivo previsto per mezzogiorno. Breve sosta per il pranzo e nel pomeriggio visitiamo la Riserva di Nahampoana, una lussureggiante foresta composta da piante tropicali uniche, con uno splendido sfondo montuoso. Il parco ospita molte specie di lemuri, tra cui il sifaka ed il lemure di bambù. Dopo la visita, abbiamo passeggiata per la città di Fort Dauphin. Hotel previsto Croix du Sud.  
3
Giorno 3 Fort Dauphin - Lokaro - Fort Dauphin 80 km, 1 ora di auto e 3 ore di canoa
Oggi visitiamo la bellissima penisola di Lokaro, situata a circa 40 km a nord di Fort Dauphin. Godremo di bellissime spiagge di sabbia bianca; isolotti rocciosi le cui ombre si riflettono nell'acqua turchese; foreste costiere vergini; colline lussureggianti; vie d'acqua interne nascoste da piante tropicali; piscine naturali circondate da palme... e panorami indimenticabili. Torneremo al nostro hotel nel pomeriggio prima del tramonto. Hotel previsto Croix du Sud.
4
Giorno 4 Fort Dauphin - Berenty 80 km, 4 ore
Inizia la nostra lunga avventura lungo la costa meridionale del Madagascar, da Fort Dauphin a Morondava. Primo stop, il Parco Nazionale di Andohahela. Il parco si estende per 760 chilometri quadrati della catena montuosa Anosy, lo sperone più meridionale dell’altipiano malgascio. Queste montagne formano una barriera naturale per gli alisei umidi che soffiano da est. Infatti, la pioggia sul versante orientale (di fronte al mare) supera i 2000 mm annui, dando così vita ad una delle poche foreste pluviali a sud del Tropico del Capricorno. Invece sulla parte occidentale del parco, la pioggia è solo di circa 600 a 700 mm. Grazie a questo piccolo micro-clima, nel giro di pochi chilometri, possiamo passare da foresta pluviale a una foresta spinosa secca, caratteristica del Madagascar meridionale. Nell’area tra queste due estremita’ climatiche troveremo la foresta “di transizione” di Ranopiso, dove potremo ammirare l’endemica palma triangolare Dypsis decaryi ed alcune specie di baobabs. Il Parco Nazionale di Andohahela ospita 12 specie di lemuri; 129 specie di uccelli, 69 specie di rettili e 49 specie di anfibi. Il nostro circuito, ci dará l’opportunità di incontrare alcune delle 12 specie di lemuri e molte altre piccolo creature locali ma soprattutto esploreremo il bellissimo ed unico mini-ecosistema formato da foresta pluviale e foresta spinosa secca. Dopo la visita si prosegue in auto verso ovest per la Riserva di Berenty. Il viaggio durerà circa 3 ore per arrivare nel tardo pomeriggio. Una piccola rifrescata e pronti per una piacevole passeggiata notturna nella riserva. Hotel previsto Berenty Lodge.
5
Giorno 5 Berenty - Lavanono 180 km, 6 ore
Al mattino, visita guidata della riserva di Berenty. La maggior parte dei programmi televisivi sul Madagascar mostrano le “truppe” dei lemuri catta passeggiando con la coda in aria ed il bianco sifaka che danza a destra e sinistra. Tutto ciò viene filmato in questa riserva. La famiglia de Heaulme, proprietari della riserva, fondarono una piantagione di sisal nel 1936 accanto al fiume Mandrare in accordo con i clan locali della tribù Tandroy. La riserva di Berenty include una piccola foresta di antichi alberi di tamarindo piantati “a galleria” che formano una specie di baldacchino e, la surreale “foresta spinosa” del sud del Madagascar. Vi risiedono 6 specie di lemuri, la più grande colonia del sud del Madagascar pipistrelli della frutta (volpi volanti), e 103 specie di uccelli, 56 dei quali nidificano nella riserva. I lemuri da queste parti sono molto amichevoli. Visiteremo anche il museo locale e la piantagione di sisal. Prima di mezzogiorno saremo nuovamente in viaggio verso ovest, per raggiungere Lavanono, dove passeremo prossime due notti. Hotel previsto Chez Gigi.
6
Giorno 6 Lavanono - Cap Saint Marie - Lavanono 80 km, 4 ore
Dopo colazione prendiamo la strada costiera verso est, per visitare la riserva speciale di Cap Sainte Marie, il punto più meridionale del Madagascar. A Cap Saint Marie visitiamo un giardino botanico dove dei resti delle uova di dell’uccello gigante Aepyornis (una specie di struzzo di oltre 400 kg), che viveva da queste parti centinaia di anni fa. Visitiamo anche la tipica foresta spinosa del sud, delle dune costiere e una grotta sotterranea che ospita oltre 3.000 tartarughe di 3 specie differenti. Da agosto a novembre, potremo anche ammirare le “parate” delle balene megattere al largo della costa. Dopo mezzogiorno, torneremo per Lavanono per passare il resto della giornata in spiaggia. Hotel previsto Chez Gigi.
7
Giorno 7 Lavanono - Itampolo 270 km, 8 ore
Oggi viaggiamo verso la costa occidentale, Itampolo è la nostra prossima tappa. Percorriamo le tortuose strade di sabbia e rocce nella parte più arida del Madagascar, un viaggio di circa otto ore, durante le quali ammiriamo la flora unica del sud e le famose tombe di Mahafaly. Itampolo è un piccolo borgo marinaro con una spiaggia davvero eccezionale, dove trascorreremo il poco che ci resta della giornata a goderci il primo splendido tramonto dell'Ovest. Hotel previsto Sud Sud.
8
Giorno 8 Itampolo - Beheloka 80 km, 3 ore
Dopo colazione viaggiamo lungo la costa ovest, la nostra prossima tappa è il Parco Nazionale di Tsimanampetsotsa, un parco che attira più scienziati che turisti, a causa della sua posizione lontana dalle “rotte” turistiche. Vedremo delle grotte sacre , baobabs antichi di oltre 1000 anni , Pachypodiums , alberi di banyan con pappagalli stupendi, tartarughe, lemuri, e soprattutto,da aprile ad ottobre, centinaia di fenicotteri rosa su un lago turchese e salato (saturo di sulfato). Più del 75% della flora e della fauna del parco di Tsimanampetsotsa sono endemiche della zona, dunque in tutti I sensi un posto unico! Arriveremo a Beheloka nel pomeriggio e passeremo la restante parte della giornata in spiaggia. Hotel previsto Domain d'Ambola.
9
Giorno 9/10 Beheloka - Anakao 70 km, 4 ore
Partenza la mattina per raggiungere Anakao. Il più grande villaggio del sud-ovest, Anakao offre lunghissime spiagge bianche di sabbia finissima bagnate da mare azzurro cristallino. Ad Anakao, il giorno 10 visitiamo la vicina isola di Nosy Ve. Nosy Ve è un luogo sacro per il popolo Vezo, dove ogni anno i locali sacrificano zebù secondo rituali tradizionali. L’isola è sede di un allevamento di fetonti dalla coda rossa, che attira ornitologi da tutto il mondo. Con eccellenti avvistamenti di questi uccelli, insieme a splendide spiagge bianche e snorkeling eccellente, questa visita isola sarà una parte indimenticabile del tour. Hotel previsto Safari Vezo.
10
Giorno 11/12 Anakao - Toliara - Ambatomilo 150 km, 6 ore di 4x4 + 1 ora di scafo
Il viaggio verso la nostra prossima è di circa 6 ore dal porto di Toliara. Passando il villaggio di Ifaty-Mangily, prendiamo la pista sabbiosa parallela alla costa che ci porterà fino a Morombe, attraversando la foresta spinosa Mikea, la più grande al mondo nel suo genere. Gli imponenti rovi contengono più di 2.000 specie vegetali (molte delle quali endemiche locali), endemiche e baobab secolari. Tra dune e strade tortuose, arriveremo ad Ambatomilo nel primo pomeriggio. Il resto della giornata è libero. Ambatomilo è un vero paradiso, una spiaggia chilometrica di sabbia bianca bagnata da un incredibile mare azzurro. Il giorno 12,  visitiamo un villaggio di Mikea. Hotel previsto Shangri-la.
11
Giorno 13 Ambatomilo - Morombe, 90 km, 6 ore
Proseguiamo viaggiando verso nord lungo la costa ovest, l'ambiente è ancora uno dei più belli e selvaggi passando per la parte di pista più difficile del viaggio intero. Pernotteremo a Morombe, un villaggio di pescatori dove il tempo sembra essersi fermato negli anni '50, durante la colonizzazione dei francesi. Morombe era una città importante per l'esportazione dei fagioli di lima. Oggi le sue strade sono quasi del tutto scomparse, rimangono solo piccoli pezzi di asfalto che rendono le strade molto insidiose. Morombe è famosa anche per i capannoni arrugginiti e decrepiti, segno del ricco passato. Hotel previsto Chez Katia.
12
Giorno 14 Morombe - Belo sur Mer 260 km, 12 ore
La giornata piú dura del viaggio, dovremo percorrere 260 km in ca. 12 ore. A metà del viaggio, a Manja, ci fermeremo per una breve pausa prima di raggiungere Belo sur Mer. Si prevede l'arrivo dopo il tramonto. Hotel previsto Ecolodge du Menabe.
13
Giorno 15 Belo sur Mer
Oggi passiamo buona parte della giornata in mare. L'attrazione principale di Belo-sur-Mer è Nosy Andrahovo, una serie di isole fiancheggiate da coralli, alcune semi sommerse. Le isole sono disabitate e offrono dello snorkeling favoloso. Rientro in albergo previsto per le 15. Hotel previsto Ecolodge du Menabe.
14
Giorno 16 Belo sur Mer - Kirindy 160 km, 6 horas
Oggi si continua verso nord, ci attendono 4 ore di “strada” dura. Dopo circa 3 ore di passeremo per il famoso Viale dei Baobabs. Si tratta di una serie di incredibili baobab giganti alti oltre i 30 metri, allineati lungo la strada che porta a Belo sur Tsiribihina. Una 60ina di km dopo, arriveremo a destinazione, presso la Riserva Privata di Kirindy. Il tempo di una breve pausa, per prepararci ad una visita notturna di questa straordinaria riserva. La riserva comprende uno dei più importanti habitat in Madagascar: la foresta decidua secca, la cui estensione è stata ridotta al 3 per cento della loro estensione originale. Dominata da maestosi alberi di baobab quest’area protetta di raggiunge approssimativamente i 100 chilometri quadrati. Kirindy è il posto migliore in tutta l’isola per osservare i fossa, specialmente durante il periodo degli amori tra ottobre e dicembre. È anche la casa di sette specie di lemuri, tra cui il lemure comune marrone ed il sifaka di Verreaux.  Hotel previsto Relais du Kirindy.
15
Giorno 17 Kirindy - Bekopaka 140 km, 5 ore + 45 mins di traversata su chiatta
La mattina visitiamo nuovamente la Riserva di Kirindy. Per le 10 del mattino siamo di nuovo in marcia alla volta di Bekopaka. Dopo circa due ore di strada, attraversiamo il fiume Tsiribihina su una chiatta primordiale ma sicura ed efficiente. Dopo ca. 45 mins  di navigazione, si arriva a Belo sur Tsiribihina, dove ci fermiamo per una pausa pranzo. Per le 14 di nuovo siamo nuovamente in viaggio per gli ultimi tortuosi 110 km di pista fino al fiume Manambolo. Il paesaggio è fatto di pianure aride dove trapelano pochi cespugli, palme e baobabs fino alla rigogliosa pianura del fiume Manambolo. Attraversiamo il fiume Manambolo su una chiatta, una traversata  che non durerà che 5 minuti. Siamo arrivati a BekopakaHotel Olympe du Bemaraha.
16
Giorno 18 Bekopaka 3 ore di auto, 35 km
Dedichiamo la giornata alla visita del Parco Nazionale degli Tsingy de Bemaraha, patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il parco è famoso per il suo labirinto di formazioni calcaree che raggiungono un'altezza di 50 mt. (Nota: l'ingresso al parco per visitare i Grandi Tsingy, è a circa 1.5 ore di auto da Bekopaka). Durante l'escursione troveremo diverse specie di animali e piante endemiche del Madagascar. Il nostro circuito durerà ca. 4/5 ore. È consigliato un livello medio di forma fisica, ci sono punti in cui bisogna gattonare e punti dove si possono provare vertigini. Va anche notato che ci sono corridoi molto stretti (larghi 30 cm). Il giorno della visita si possono richiedere circuiti più semplici. Hotel previsto Olympe de Bemaraha.
17
Giorno 19 Bekopaka - Morondava 230 km, 8 ore con 45 mins di chiatta
Partiamo il mattino dopo colazione, dobbiamo arrivare presso il Viale dei Baobabs per il tramonto. Pernotto a Morondava. Hotel Previsto Laguna Beach.
18
Giorno 20 Morondava - Antsirabe 500 km, 10 ore
Lasciamo la costa per raggiungere gli altopiani dell'isola del Madagascar passando per Miandrivazo. Antsirabe è la nostra prossima fermata. Hotel previsto H1 Antsirabe.
19
Giorno 21 Antsirabe - Antananarivo 180 km, 4 ore
In mattinata visitiamo Antsirabe, la terza città più grande del Madagascar. Grazie alla sua alta quota (circa 1 500 m) le temperature sono piuttosto fresche in inverno e Il clima, era probabilmente la ragione per cui i missionari norvegesi hanno scelto questo luogo per stabilirsi nel 1872. Il suo nome significa “dove c’è molto sale”. Grazie all'alto numero di sorgenti, la città ha il soprannome di “Vichy malgascia”. Su risciò visitiamo il mercato principale, i mercatini di pietre semi-preziose e alcuni artigiani locali (della seta e della lavorazione delle corna di zebù). Dopo l'ora di pranzo, cominceremo l’ultimo tratto di strada che ci separa dalla capitale. Arriveremo ad Antananarivo per il tardo pomeriggio. Hotel previsto Sakamanga.
20
Giorno 22 Antananarivo
Il Transfert in aeroporto è il nostro ultimo servizio.
Fort Dauphin
Fort Dauphin gode di uno dei siti più belli del Madagascar, delimitato da un lato dalla rigogliosa vegetazione che discende i ripidi pendii del picco Saint-Louis, dall'altro dalle dorate spiagge dell'Oceano Indiano: Lokaro, Libanona, Manafiafy. Ha anche grandi riserve di straordinaria biodiversitaa come Nahampoana e Saïadi e, lo storico Fort Flacourt. Ci sono inoltre infinite possibilità di escursioni giornaliere per gli amanti del mare e del trekking.
Parco Nazionale di Andohahela
Situato tra Fort Dauphin e Berenty, protegge una sorprendente varietà di habitat nei suoi 760 chilometri quadrati. I modelli di precipitazioni sulla catena dell'Anosy hanno portato a un'umida foresta pluviale tropicale a est da un lato, e meno precipitazioni in un'altra sezione hanno formato una foresta spinosa secca dall'altra. L'area intermedia è l'habitat forestale di transizione di Ranopiso, caratterizzato dalla palma triangolare localmente endemica. C'è anche un'ampia varietà di fauna nel parco, tra cui 129 specie di uccelli come il vanga ed il coua. Ci sono anche dodici specie di lemuri, tra il maki dalla coda ad anelli. Da manzionare anche il felino fossa, la mangusta dai denti piccoli e lo zibetto a strisce.
La Riserva di Berenty
Berenty, una delle riserve naturali più note del Madagascar, si trova sulle rive del fiume Mandrare nell'estremo sud del paese. Famoso per i suoi gruppi di lemuri dalla coda ad anelli che corrono lungo i sentieri e, i sifaka "ballerini" con le braccia alzate, sulla sabbia. Ci sono anche i lemuri marroni dalla faccia nella locale foresta e possono essere facilmente visti mangiare frutta e foglie. Il birdwatching, anche senza binocolo, è eccellente. Accanto alla foresta decidua di Berenty, una piccola area di foresta spinosa è ottima per le passeggiate notturne alla ricerca di lemuri notturni.
Lavanono
Lavanono significa "seno lungo", questo nome si riferisce ad una specie di pan di zuccheri che si trovano in mare al largo. La zona è bellissima, soprattutto l'arrivo dalla strada che domina la vallata, formatasi dalla caduta di un meteorite milioni di anni fa. Ottimo posto per il surf con una spiaggia senza fine di sabbia bianca.
Itampolo
Piccolo villaggio di pescatori, il primo della costa di Vezo da sud. Magnifica spiaggia e ottime opportunità per lo snorkeling. Da Itampolo, la grande barriera corallina si estende a nord fino ad Andavadoaka.
Parco Nazionale di Tsimanampetsotsa
Sito RAMSAR, è l'ultimo Parco Nazionale designato in Madagascar ed è una delle sue riserve più insolite. Comprende un lago salino blu latte lungo 15 km popolato da fenicotteri rosa e nani e altri trampolieri, con adiacente scarpata calcarea ricoperta da una rara foresta spinosa dominata da pachypodi che mostra un estremo adattamento all'ambiente. Le rarità includono anche baobabs millenari e un boschetto di ficus con radici che si estendono in un sistema fluviale sommerso, utilizzato dai lemuri dalla coda ad anelli per l'accesso all'acqua potabile. Con il 90% di tutte le specie residenti endemiche del parco, ha la più alta endemicità di tutte le riserve dell'isola. Ci sono rare specie di uccelli, tre specie di lemuri, tra cui il maki dalla coda ad anelli (molto più selvaggia di quella di Berenty), la rara tartaruga radiata e la mangusta di Grandidier, endemica localmente scoperta di recente.
Anakao
Attraversata dal Tropico del Capricorno, Anakao ti dà il benvenuto nella sontuosa baia di Saint-Augustin. Selvaggio e pittoresco, questo villaggio di pescatori di Vezo non ha nulla da invidiare alle altre destinazioni turistiche. La vegetazione non è rigogliosa, ma le bellissime spiagge, le lagune e le acque traslucide e turchesi, per non parlare dell'ospitalità della gente del posto, ne fanno una meta affascinante e autentica. Chi cerca della pace e della tranquillità troverà sicuramente quello che sta cercando. Per non parlare delle numerose escursioni e attività che possono essere organizzate in loco: la visita del Parco Nazionale Tsimanametsotsa; l'isola di Nosy Ve; l'isola di Satrana; osservazione delle balene da giugno a settembre e molto altro.
Ambatomilo
Secondo noi, la migliore spiaggia del Madagascar, Ambatomilo è un luogo magico perfetto dove riposarsi per qualche giorno. Chilometri di spiaggia senza tracce di turisti, un luogo perfetto per fare il bagno durante tutta la giornata. Noleggia una canoa per visitare la vicina barriera corallina e vedere le balene megattere o, visita la foresta spinosa Mikea con la sua vegetazione unica, la più grande al mondo nel suo genere.
Morombe
Il più grande villaggio Vezo, Morombe fu senza dubbio il principale centro commerciale della zona durante la colonizzazione dei francesi. Oggi rimangono solo vecchi magazzini e lunghe strade completamente distrutte a causa del totale abbandono degli ultimi 70 anni. Ultimamente il governo malgascio ha rinnovato la Strada Nazionale 9 che va da Tulear a Morombe. Ci vogliono solo 9 ore per il tratto stradale.
Belo sur Mer
Posto incantevole situato a circa 80 km a sud di Morondava, sulla costa occidentale. Considerato il centro della costruzione dei sambuchi (dhow) del Madagascar, Belo sur Mer è il luogo perfetto per trascorrere qualche giorno sulla spiaggia in un luogo autentico che offre diverse attività come le visite al Parco Nazionale Kidindy Mitea e al Parco Marino di Nosy Androhovo.
La Riserva Privata di Kirindy
Kirindy (un tempo conosciuta come la foresta svizzera) è una riserva privata di foresta decidua secca con la più alta densità di primati al mondo, con otto specie di lemuri, tra cui il sifaka di Verreaux e il primate più piccolo del mondo, microcebo pigmeo, e 23 specie di altri mammiferi, tra cui il fossa, il principale predatore dei lemuri. Il più grande roditore del Madagascar, il ratto gigante malgascio (vositse) si trova solo qui, soprattutto nei mesi più umidi. Ci sono molti uccelli in via di estinzione, abbondanti rettili e anfibi, tra cui il raro serpente dal naso a lancia e circa 90 specie di farfalle. Sulla strada per Kirindy è l'iconica Avenue des Baobabs. Il vicino lago Bedo ospita 35 specie di uccelli acquatici, tra cui l'alzavola del Madagascar in via di estinzione, il piviere del Madagascar, l'airone del Madagascar, i fenicotteri oltre alla tartaruga comune.
Bekopaka
Piccola cittadina del Madagascar occidentale, raggiungibile soltanto durante la stagione secca, indicativamente da maggio a novembre. I turisti si avventurano qui per visitare il Parco Nazionale Tsingy de Bemaraha. Gli hotel non si trovano nel centro della città, ma questo posto tranquillo merita una visita. Luogo vivace di notte da luglio a ottobre, animato dai turisti e dalle guide.
Parco Nazionale Tsingy de Bemaraha
Patrimonio dell'umanità dal 1990, gli Tsingy sono divisi in due aree distinte: i Piccoli Tsingy e i Grandi Tsingy. Situati nella città di Bekopaka, i Piccoli Tsingy sono considerati i preamboli dei Grandi Tsingy. Gli Tsingy sono veri e propri santuari naturali, che fungono da rifugio a 53 specie di uccelli e 6 specie di lemuri. Composti da speroni rocciosi e vette vertiginose, i Grandi Tsingy sono costituiti da una gigantesca "cattedrale" sotterranea di minerali carsici. Secondo le leggende, le grotte sotterranee servivano da rifugio per i Vazimba, i primi abitanti del Madagascar. C'è una grande diversità di ecosistemi che vanno da habitat umidi a molto secchi.
Morondava
Capoluogo della regione del Menabe, Morondava si trova nel delta dell'omonimo fiume. Morondava dista meno di 19 km dalla spettacolare Baobab Avenue ed è un luogo perfetto per trascorrere qualche giorno in spiaggia.
Antsirabe
Antsirabe si trova a ca. 200 km a sud della capitale, ad un'altitudine di oltre 1.400 metri sul livello del mare. durante l'inverno australe (da giugno ad agosto) fa freddo per gli standard del Madagascar, nel pomeriggio la temperatura scende facilmente sotto i 10 gradi. Questa città termale ha mantenuto il suo pittoresco stile coloniale, Antsirabe è tranquilla, famosa per i suoi migliaia di risciò splendidamente decorati, perfetti per visitare i mercati e contribuire all'economia locale. Ideale per gli escursionisti, il Lago Tritriva e il Monte Ibity, non lontano da Antsirabe.