Parco dell’Ankarana, un viaggio straordinario tra Tsingy, resti calcarei e varietà di ecosistemi

Il parco Nazionale dell’Ankarana è un mondo straordinario, unico, che si trova nel cuore di una catena montuosa a 100 km a sud di Diego Suarez  collegato dalla Strada Nazionale 6.

La caratteristica principale della riserva è rappresentata dai resti calcarei chiamati Tsingy. Gli Tsingy sono dei pinnacoli erosi in forme taglienti che formano dei veri propri labirinti molto difficili da visitare senza una guida locale. Altre caratteristiche eccezionali del parco sono le varietà di ecosistemi, il numero di primati, il numero di anfibi, rettili, pipistrelli e molto altro.

La zona dove oggi e’ presente il parco Nazionale dell’Ankarana,  milioni di anni fa faceva parte di un fondale marino, oggi ricco di grotte, fiumi sotterranei e canyon che si estendono al centro di una foresta a volte secca, a volte molto verde, quasi lussureggiante durate la stagione delle piogge. Si pensa che il parco siede sulla rete più lunga di acque sotterranee dell’Africa, una rete di oltre 100 km.

Gli Tsingy

La riserva e’ soprattutto conosciuta per la sua spettacolare “foresta” di pietra, gli Tsingy. Per visitare gli Tsingy ci sarebbe una bella passeggiata di circa due ore su un terreno difficile, passando nei pressi del bellissimo lago di origine vulcanica chiamato Green Lake. Durante la visita scoprirete delle piante uniche dalle forme piu’ strane quali i Pachypodium e molto altro.

Le grotte sacre di Ankarana

Straordinario ed  affascinante e’ il tour delle grotte scavate da torrenti sotterranei. Alcune delle grotte sono di tombe reali e di culto con tesori nascosti. Circa due secoli fa’, nel corso di una grande battaglia (una guerra etnica) la tribù Antakarana si nascose nelle zone delle grotte e da allora il luogo e’ stato dichiarato sacro. Scopri pipistrelli Ankarana

All’estremità meridionale della riserva, troviamo delle grotte piene di coccodrilli e pipistrelli. Le sale sono gigantesche con le proprie pareti ripide macchiate da nidi di pipistrelli e rondini. Il terreno e’ coperto di scarafaggi e disseminato da cadaveri di pipistrello. Un vera e propria avventura da Indiana Jones!

La Flora

Nel Parco Nazionale dell’Ankarana, troviamo la vegetazione tipica degli altipiani carsici, prati piante invasive e una foresta secca. Troviamo soprattutto alberi ad alto fusto, il Canarium del Madagascar,  Pachypodium Baroni e Hildegardia, l’euforbia, il pandanus e l’immancabile baobab (della famiglia Adansonia).

La fauna

La fauna è molto ricca, citiamo le 10 specie di lemuri presenti nel parco, le 92 specie di uccelli tra cui il “variegato Weevil”  uno dei più rari al mondo esistente  solo in Madagascar (in questa riserva), i camaleonti e il fossa. Le grotte ospitano più della metà dei pipistrelli dell’isola, ed altri animali del mondo “oscuro”. Alcuni fiumi sono frequentati da coccodrilli che raggiungono una lunghezza di oltre 6 mt. Da aver paura!