Madagascar, geografia di un paese unico!

Il Madagascar è senza dubbio un paese straordinario che il WWF ha messo tra i primi dieci al mondo per l’immensa ricchezza del proprio patrimonio ecologico. Due volte grande l’Italia, il Madagascar è la quarta isola più grande del mondo, situata nell’Oceano Indiano occidentale, a circa 300 km est del continente africano. Tra Roma ed Antananarivo ci sono circa 8000km o, ipoteticamente, 11 ore di volo diretto (purtroppo non esistono voli diretti). L’isola é generalmente divisa in cinque regioni: la costa orientale, il massiccio Tsaratanana (Nord), gli altopiani centrali, la costa occidentale ed il sud-ovest. Gli altopiani centrali attraversano l’isola in tutta la sua lunghezza, raggiungendo 800-1800 metri sul livello del mare. Nella regione settentrionale, massiccio Tsarantsana è la montagna più alta dell’isola (oltre 2800 mt).

Viaggi Madagascar

La costa lungo la penisola di Masoala

Un pò di geografia…

La costa orientale è costituita da una stretta fascia di pianure larghe circa un chilometro, formata dalla sedimentazione di terreni alluvionali, e una zona intermedia costituita da ripide scogliere che si alternano a calanchi confinanti a scarpate di circa 500 metri in alta quota, che dà accesso agli altopiani centrali. La regione costiera si estende approssimativamente dalla Baia d’Antongil (a nord). La costa orientale è pressocchè rettilinea, con l’eccezione di una baia (Antongil), che offre meno in termini di porti naturali rispetto alla costa occidentale. Il Canal des Pangalanes, lungo circa 800 km è una specie di laguna lunga formata quasi (con l’aiuto dell’uomo) naturalmente dalle correnti dell’Oceano Indiano e dall’ insabbiamento dei fiumi, ed è una caratteristica della costa. Il canale è stato utilizzato sia come mezzo di trasporto su e giù per la costa e come area di pesca. La spiagge degradano rapidamente in acque profonde e la costa orientale è considerata pericolosa per i bagnanti per le forti correnti. Ci sono comunque zone, tipo Sainte Marie, dove la barriera corallina crea delle “piscine” sicure e spettacolari per i bagnanti.

Mt maromokotro

La montagna piu’ alta del Madagascar, Maromokotro 2880 mt.

Nella regione del massiccio di Tsaratanana all’estremità nord dell’isola troviamo, a 2.880 metri, il punto più alto dell’isola. Più a nord abbiamo la Montagne d’Ambre (Montagna di Ambra,) che è di origine vulcanica. La costa è molto frastagliata; due caratteristiche importanti sono il porto naturale di Antsiranana (Diego Suarez), appena a sud del Cap d’Ambre, e la grande isola di Nosy-Be a Ovest che limita il potenziale del porto di Antsiranana, ostacolandone il flusso di traffico da altre parti dell’isola. Una regione molto variata che va dalle coste tropicali ai deserti delle zone centrali. Interessante anche osservare come il parco della Montagna di Ambra sia una foresta pluviale circondata da savana e steppaglia.

Viaggi Madagascar

Gli altopiani centrali, il fiume Andromba lungo la “sette”

Gli altopiani centrali, vanno da circa 800 a 1.800 m di altitudine, contengono una grande varietà di topografie: colline tondeggianti ed erose, enormi rocce granitiche, vulcani estinti, penepiani erosi, pianure e paludi alluvionali trasformate in campi di riso irrigati. Si estendono dal massiccio Tsaratanana nel nord, al Massiccio Ivakoany nel sud. Gli altopiani sono definiti abbastanza chiaramente da scarpate lungo la costa orientale e degradano dolcemente verso la costa occidentale. La zona più alta della catena è il massiccio Ankaratra, raggiungendo un’altezza di 2643 m. Antananarivo, la capitale, si trova nella parte settentrionale degli altipiani centrali a quasi 1300 m sul livello del mare. Una caratteristica importante di altopiani centrali è una fossa tettonica che va da nord a sud, situata ad est di Antananarivo e compreso Lac Alaotra, il più grande specchio d’acqua dell’isola. Questa regione ha sperimentato subsidenza geologica, e le scosse telluriche sono frequenti.

Paludi Morondava

Delle paludi nella regione del Menabe, Morondava

La costa occidentale, è composta da formazioni sedimentarie ed è più frastagliata rispetto alla costa orientale, offrendo così una serie di porti al riparo da cicloni, come il porto di Mahajanga. Baie profonde e porti ben protetti hanno attirato esploratori, commercianti, e pirati provenienti da Europa, Africa e Medio Oriente fin dai tempi antichi; in tal modo, la zona è servita da ponte importante tra il Madagascar e il mondo esterno. Insabbiamento dei porti su questa costa, causati dai sedimenti dagli alti livelli di erosione subiti all’interno del Madagascar, è un grave problema. Le ampie pianure alluvionali della costa tra Mahajanga e Toliara, hanno un grande potenziale agricolo e sono sottilmente abitate. In molti luoghi le pianure sono coperte da paludi di mangrovie  e sono tuttoggi in gran parte inesplorate.

La spiaggia di Itampolo

La splendida spiaggia di Itampolo subito dopo il tramonto

Il sud-ovest è delimitato ad est dal massiccio Ivakoany e a nord, dal massiccio Roiniforme Isala.Si tratta di una regione deserta che durante l’anno riceve meno di mezzo metro di pioggia. A sud la costa è caratterizzata da falesie alte fino a 30 metri sul mare mentre ad ovest, le spiagge sono basse e sabbiose. Peccato per la mancanza di strutture ricettive e strade, il sud ovest offre le più belle spiagge del Madagascar.

Ogni regione è caratterizzata da un tipo di vegetazione

MANGROVIA

Mangrovie vicino Manakara

La mangrovia: si trova sui litorali bassi delle coste in particolare in zone periodicamente sommerse dalla marea. Un tipo di vegetazione tipico da palude delle zone tropicali. Il canale dei Panganales, lungo tutto il suo corso, da vita a questo tipo di flora.

foresta pluviale

La foresta di Andasibe

La foresta pluviale: tipica vegetazione del clima umido e favorevole per gli alberi come il Palissandro, legno di ebano e il palissandro molto prezioso, tipo Ranomafana o Andasibe

savana

Paesaggio vicino Belo sur Mer

La savana: la vegetazione della parte occidentale delle regioni alte composte da piante di varie forme, come i baobab. Paesaggio tipico della costa Vezo.

foresta secca

Foresta spinos di Ifaty, Reniala

La foresta secca spinosa: composta di piante che amano il clima caldo e secco come parte occidentale del paese. Il baobab, con le sue forme sorprendenti è uno di loro.

Parco Nazionale di Andohahela

Parco Nazionale di Andohahela

La steppaglia: vegetazione del sud composta da cespugli spinosi specifici clima arido e terreno poroso, arbusti e piante con spine e piccole foglie.   Ci sono piú di 5000 km di costa e le spiagge fantastiche sono ovunque: bisogna comunque dire che in generale, bagnarsi nella parte orientale del paese è pericoloso a causa delle forti correnti marine. Essendo un paese molto vasto, il tempo varia moltissimo in base alla regione e la stagione. Per piú informazioni, vi preghiamo di consultare la pagina Madagascar clima.