Clima del Madagascar, informazioni essenziali per scegliere quando partire

 

Scegliere il periodo giusto, deve essere senza dubbio la decisione più importante di qualsiasi tipo di vacanza, soprattutto se volete visitare il Madagascar.

L’isola del Madagascar è molto grande (due volte la superficie italiana), così grande da essere anche chiamata l’isola continente, dove si possono riscontrare grandi diversità climatiche da regione a regione.

Negli ultimi anni anche il Madagascar è stato toccato dal cambiamento del clima globale ed abbiamo notato, mediamente, una diminuzione di giorni di pioggia ed un aumento di tempo estremo (cicloni o temporali tropicali che purtroppo non aiutano allo sviluppo del paese).

Quindi quando partire per il Madagascar? Quale è il periodo migliore per visitare il Madagascar?

Gli altopiani, clima stabile, senza pioggia da fine marzo a ottobre poi, acquazzoni quasi giornalieri il pomeriggio

  • Da luglio a ottobre sono i mesi migliori da visitare con un clima eccellente con piogge molto rare (tranne sulla costa orientale dove c’è sempre la possibilità di pioggia). Le balene megattere si possono vedere da giugno ad agosto, un po ovunque lungo la costa occidentale, a Nosy be, Sainte Marie e nel golfo di Antongil vicino a Masoala. Lo squalo balena da Ottobre a Novembre a Nosy Be.
  • Ottobre e Novembre sono eccellenti per i lemuri piccoli; i lemuri in generale possono essere visti durante tutto l’anno.
  • Aprile è l’ideale per paesaggi lussureggianti, lemuri e parchi e spiagge tranquille.
  • Da Settembre a dicembre è un buon momento per combinare l’osservazione di lemuri, camaleonti, uccelli, orchidee e vacanze al mare con un clima caldo e relativamente secco.

La migliore stagione dipende molto da cosa vuoi vedere, da cosa si vuol fare o da dove si vuole andare. Come regola generale, da aprile a dicembre è una buona scelta.

Quando andare in Madagascar per la fauna

Baby lemure setoso a Marojejy, ottobre

Baby lemure setoso a Marojejy, ottobre

Molti viaggiatori scelgono il Madagascar per le oltre 50 specie di lemuri presenti un po ovunque nell’isola, visitare dopo settembre significa avere la buona opportunità di vedere dei baby lemuri. Le balene megattere sono stagionali e arrivano nelle acque del Madagascar per dare alla luce e nutrire i loro piccoli tra giugno e settembre nella costa ovest del Madagascar e soprattutto nella costa Orientale tra Sainte Marie e la baia di Antongil. Anfibi e rettili sono più frequentemente visti nei mesi più piovosi da gennaio a marzo, mentre da settembre a dicembre è un momento eccellente per il birdwatching, poiché è la stagione riproduttiva.

La Stagione migliore per visitare il Madagascar

Di seguito una breve panoramica che descrive la varietà delle stagioni del Madagascar e quando è meglio viaggiare e perché. Diamo anche uno sguardo alle variazioni regionali in tutto il paese, compresi i periodi migliori per andare nella penisola di Masoala, negli Altopiani centrali e altro ancora.

Da aprile a novembre

Gli altopiani ad aprile

Gli altopiani ad aprile

Questa è la stagione più secca e mite ed è anche inverno e la primavera in Madagascar. Luglio e Agosto sono in particolare i mesi più freddi dell’anno, così come quelli con più turisti perché più persone vanno in vacanza. Da settembre a novembre è un ottimo momento da visitare, in quanto segna la fine della stagione fredda e secca, con le prime piogge. Aprile e Maggio sono i mesi con i paesaggi verdi più spettacolari dopo la stagione delle piogge.

Da dicembre a marzo

Questa è l’estate tropicale del Madagascar ed è il periodo più caldo e umido. Da fine gennaio a inizio marzo e’ la stagione dei cicloni e specialmente durante il pomeriggio ci sono piogge un po ovunque in Madagascar. Viaggiare a nord-est e ad est in questi mesi può essere notoriamente difficile.

Variazioni regionali

Lo foresta Mikea, tra Ifaty e Morombe lungo la costa Ovest del Madagascar

Piante spinose nella foresta Mikea, tra Ifaty e Morombe lungo la costa Ovest del Madagascar

Il clima nelle varie regioni geografiche del Madagascar dipende in gran parte dall’altitudine e dalla posizione geografica. Il sud e il sud-ovest sono aridi con pochissime precipitazioni durante tutto l’anno. La costa occidentale è molto più secca di quella dell’est e degli altopiani centrali. La costa orientale è la parte più umida dell’isola. La capitale, Antananarivo, gode di un clima mite grazie alla sua altitudine di 1.300 metri, e altre aree degli altopiani, come Antsirabe, possono vedere temperature da 4 ° a 25 ° lo stesso giorno. La penisola di Masoala, nel nord-est, ha le maggiori precipitazioni da luglio a settembre.